Spaghetti di zucchine con salmone e avocado in salsa orientale

INGREDIENTI (PER 2 PERSONE)

  • 4 zucchine verdi e gialle di medie dimensioni
  • 300 gr di salmone pulito
  • 1 avocado maturo al punto giusto
  • cipollotto fresco
  • salsa tamari o di soia classica
  • 1 cm di pasta di wasabi
  • limone (buccia e succo della sua metà)
  • olio di sesamo o di oliva
  • semi di sesamo
  • aceto di mele
  • pepe

PROCEDIMENTO

Iniziamo cuocendo il salmone a vapore per circa 20/30 minuti.

Scelgo questa cottura per rendere il salmone più leggero da digerire.
Essendo un pesce molto grasso, cuocendolo a vapore l’eccesso si depositerà nell’acqua di cottura.

Una volta cotto, sminuzziamolo con le mani e trasferiamolo in una ciotolina con del cipollotto tagliato sottile e del pepe, irrorandolo con olio e succo di mezzo limone.
Mescoliamo e teniamo da parte.

Per realizzare gli spaghetti ci occorrerà uno spiralizzatore manuale o elettrico.
Prendiamo le zucchine ben lavate e trasformiamole in spaghetti all’interno di un’insalatiera.

Se ne avete la possibilità, create due spessori diversi in modo da creare del gioco nel piatto.

Aggiungiamo agli spaghetti l’aceto di mele, la buccia del limone grattugiata ed i semi di sesamo.

Apriamo l’avocado e, con l’aiuto di un cucchiaino, preleviamo la polpa ed uniamola agli spaghetti.
Aggiungiamo ora anche il salmone, amalgamando bene tutti gli ingredienti.

Ora inseriamo in una coppetta la salsa tamari ed emulsioniamola con un pezzetto di pasta wasabi.

Il wasabi è una radice molto utilizzata nella cucina giapponese.

Lo troviamo spesso sotto forma di pasta verde affiancato al sushi.

Avendo proprietà antibatteriche, aiuta a prevenire le intossicazioni da pesce crudo. 

Ha un caratteristico sapore pungente molto particolare.

Non ci resta che concludere il piatto con un filo d’olio, la salsa orientale e semini di sesamo.

Che dite lo serviamo in tavola?