Risotto con carote arrostite, nocciole e salvia

INGREDIENTI (PER 4 PERSONE)

  • 2 pugni di riso a persona
  • 1 l di brodo
  • 5 / 6 carote
  • ½ cipolla bianca dolce
  • vino bianco
  • foglie di salvia
  • 2 pugni di nocciole tritate (+ qb per il decoro)
  • parmigiano
  • burro (io ho usato quello chiarificato)
  • una punta di curcuma in polvere
  • sale
  • pepe
  • olio extravergine di oliva

PROCEDIMENTO

Accendiamo il forno in modalità statica a 220°

Peliamo le carote e disponiamole su una placca da forno condite con sale, pepe ed olio.

Alcune le ho tagliate a fette dal lato lungo per utilizzarle come decoro

Cuociamole per 45’ fino a quando ci sembreranno ben arrostite.

Mentre portiamo a temperatura il brodo (deve essere ben caldo), soffriggiamo la cipolla con un filo d’olio in una padella dalle sponde alte ed uniamo le foglie di salvia tagliate a listarelle.
Tostiamo per qualche minuto il riso e sfumiamo con del vino bianco, lasciando evaporare la parte alcolica.
A mano a mano aggiungiamo il brodo al riso fino al termine della cottura.

Frulliamo le carote arrostite con un filo d’olio e inseriamo la purea e una punta di curcuma a metà cottura del riso.

Io preferisco non tritare finemente, mi piace sentire in bocca piccoli pezzetti di carota, ma potete rendere la consistenza più cremosa.

Terminata la cottura aggiungiamo le nocciole tritate, il burro e una sostanziosa grattugiata di parmigiano.

Serviamo ben caldo con delle fettine di carota arrostita, nocciole tritate e qualche fogliolina di salvia.

Adoro quando in casa filtra la luce calda come i colori dell’autunno tramite le finestre.
Credo di averla catturata alla perfezione in questa foto!
E’ da poco iniziato il periodo di fresco ed in cucina mi diletto con la preparazione dei risotti.
Ammetto che non sono mai stati il mio forte, ma non è detto che possano diventarlo, giusto?
Se non altro mi piace scoprire nuovi gusti giocando con ciò che la terra mette a nostra disposizione.
Il connubio tra carote nocciole e salvia è davvero irresistibile!
Un risotto colorato e dal sapore dolce, che coccola anche i più duri di cuore.

Da sempre mangio moltissime verdure e le carote sono sempre state presenti nel mio frigorifero, tuttavia le ho spesso consumate crude: tagliate a listarelle, alla julienne, a forma di spaghetti o sgranocchiate proprio come fanno i coniglietti nei cartoni animati.
C’è da dire che da quando ho iniziato a cuocerle in forno… beh le cose sono un tantino cambiate.
Con l’arrivo del freddo poi, già solo l’idea di sentirle fredde tra i denti, mi fa venire la pelle d’oca.
Al forno o bollite, invece, sprigionano un gusto davvero avvolgente.
Essendo presenti 365 giorni l’anno in qualsiasi negozio alimentare, mi auguro di poterle preparare e condividere insieme a voi in qualche altra avventura culinaria.