Porridge proteico di avena

INGREDIENTI

  • 40/50 gr di avena

  • 180/200 ml di acqua

  • 2 albumi d’uovo 

  • 1 banana matura

  • 5 noci pecan/classiche

  • 2 cucchiai rasi di semi di girasole

  • 1 cucchiaino di semi di lino/chia

  • 1 cucchiaio di sciroppo d’acero

  • 15 gr di cioccolato fondente

  • la buccia di un’arancia grattugiata

  • una puntina di sale

PROCEDIMENTO

Mettiamo sul fuoco un pentolino antiaderente con l’avena, l’acqua e i semi di lino facendo andare a fuoco medio per qualche minuto e mescolando con un cucchiaio di legno.

Abbassiamo il fuoco ed aggiungiamo gli albumi, metà banana a pezzettini, 1 cucchiaio raso di semi di girasole, lo sciroppo d’acero, il cioccolato, la buccia d’arancia grattugiata e il sale.

Cuociamo a fuoco molto basso per 2/3 minuti, per evitare che l’albume si strapazzi.

Una volta ottenuta una consistenza cremosa, spegniamo il fuoco preparandoci per l’impiattamento.

Versiamo il porridge in una coppetta e decoriamolo con l’altra metà della banana a fette, i semi di girasole, le noci e delle gocce di sciroppo d’acero.

Durante la stagione invernale sarebbe il massimo gustarlo caldo.

In alternativa, una volta intiepidito, lo si può conservare in frigo per la colazione del giorno dopo.

Guai a chi mi toglie il tempo per la colazione, è sacro!

Mi piace cambiarla ogni mattina in base a come mi sveglio.

Oggi, per esempio, mi è venuta una voglia di porridge che non sentivo da tempo.

Saranno le temperature rigide o probabilmente la voglia di coccole che mi hanno fatta scendere dal letto con questa idea.

Il porridge è una ricetta di origine anglosassone ed è riconosciuta da molti come la colazione salutare per eccellenza.

È possibile che questo piatto vi sia già noto, ed ognuno è libero di trovare il giusto equilibrio tra gli ingredienti.

La mia proposta è senza lattosio, ma nulla vi vieta di prepararlo nel latte vaccino al posto dell’acqua oppure, al termine della cottura, aggiungendo qualche cucchiaio di yogurt bianco.

È molto versatile e può essere arricchito sbizzarrendosi con vari tipi di frutta fresca, secca, disidratata, ma anche con burro di arachidi, nocciolata, cacao, proteine, ecc.

Lo trovo un pasto completo per la presenza contemporanea di carboidrati, fibre, grassi, zuccheri e proteine.

Un piatto molto digeribile e bilanciato proprio come dovrebbe essere la colazione perfetta!