Pan bauletto integrale

INGREDIENTI

  • 250 gr di farina integrale
  • 200 gr di farina di tipo 1
  • 50 gr di amido di mais
  • 160 ml di acqua tiepida
  • 150 ml di latte a temperatura ambiente + quanto basta
  • 50 ml di olio (io ho usato quello di vinacciolo)
  • 5 gr di lievito di birra
  • 1 cucchiaino di miele o malto d’orzo
  • 1 cucchiaino di sale fino

PROCEDIMENTO

Facciamo sciogliere il lievito di birra assieme all’acqua, al latte ed al miele.

In una ciotola, o nell’impastatrice, mettiamo le farine versando i liquidi, compreso l’olio, amalgamando gli ingredienti fra di loro.
Aggiungiamo ora il sale.

Trasferiamo il composto su un piano da lavoro ed iniziamo ad impastare in modo energico per uniformare l’impasto.
A questo punto appallottoliamolo e trasferiamolo all’interno di una ciotola capiente che avremo precedentemente oliato.

Copriamo la ciotola con una pellicola e lasciamo lievitare all’interno del forno spento per circa 4 ore.

Trascorso il tempo di lievitazione, riprendiamo l’impasto lavorandolo una seconda volta.
Modelliamolo conferendogli una forma allungata per poterlo adagiare all’interno dello stampo da plumcake che abbiamo a disposizione, quello che ho utilizzato io ha una lunghezza di 30 centimetri.

Lasciamolo lievitare per altre 4 orette.

Accendiamo il forno a 180°.
Spennelliamo la superficie del pan bauletto con del latte e lasciamolo cuocere per 20 minuti circa.

Si conserva almeno per una settimana all’interno di un sacchetto per alimenti, oppure lo si può porzionare facendolo a fette e congelandolo all’interno del freezer.

Buongiorno dormiglioni!
Per una serie di motivi all’inizio di quest’anno mi sono promessa di consumare una colazione salata.
La prima ragione è stata per potermi saziare di più; sono l’unica a cui capita di mangiare un dolce e dopo un’ora avere già fame?
A me capita spesso di percepire il picco glicemico se introduco troppi zuccheri a colazione e se non aggiungo al pasto una parte proteica.
A questo proposito, se assumo proteine quali uova, ricotta, yogurt greco, fesa di tacchino o salmone affumicato in abbinamento ad un carboidrato, ecco che le ore di autonomia, prima di sentire lo stomaco brontolare, aumentano decisamente.

Il secondo motivo per cui ho scelto di consumare una colazione salata è per eliminare gli zuccheri dopo essermi rimpinzata sotto le feste.

L’ultima ragione è data dalla necessità di sentirmi più sostenuta, infatti sento che la proteina apporta al mio corpo il giusto equilibrio ormonale.

Mi rendo conto che quando rispetto questo tipo di colazione affronto la giornata al meglio tuttavia, essendo un intramontabile amante del dolce, due volte a settimana mi concedo le mie migliori colazioni come crepes con burro di arachidi, banana e cioccolato extra fondente e, come nel caso di oggi, una fetta di pane casereccio con ricotta e marmellata di lamponi.
Ahhh mi sembra di sentire i fuochi d’artificio!

Questo pan bauletto si sposa benissimo sia a colazioni salate che dolci, per adulti e bambini e per tutti coloro che amano il carboidrato e che scelgono di produrselo utilizzando materie prime scelte in modo consapevole per risultati sorprendenti!

Vi do appuntamento alla settimana prossima, cominceremo a pianificare una cenetta romantica per San Valentino.

A presto Ciurma!