Lollipop di sfoglia

INGREDIENTI

  • 1 rotolo di sfoglia rettangolare
  • 200 gr di spinaci surgelati (4 quadrotti)
  • 125 gr di ricotta
  • scamorza affumicata
  • formaggio grattugiato
  • 1 tuorlo d’uovo
  • olio extravergine di oliva
  • noce moscata
  • sale
  • pepe
  • semini di sesamo e papavero

PROCEDIMENTO

Immergiamo gli spinaci all’interno di una pentola d’acqua bollente e lasciamoli sbollentare per 5 minuti circa.
Scoliamoli sotto l’acqua fredda, strizziamoli e su un tagliere tritiamoli al coltello in modo che non siano filamentosi.

In una ciotola inseriamo gli spinaci sminuzzati, la ricotta, il formaggio, l’olio, la noce moscata, il sale ed infine il pepe.
Mescoliamo in modo da amalgamare bene gli ingredienti fra loro.

Tagliamo a fette la scamorza e ricaviamo dei quadratini non troppo spessi che verranno posizionati al centro dello stampino, quindi regoliamoci in base alle formine che scegliamo.

Una volta scelte le formine per creare i lollipop, tiriamo fuori dal frigo la sfoglia ed accendiamo il forno a 175°

Come formine ho utilizzato le classiche da frolla, se in casa ne avete in tema natalizio sarebbe il top, altrimenti vanno benissimo quelle che avete già in casa per fare i biscotti.

Srotoliamo la sfoglia e, con l’aiuto degli stampini, creiamo le formine il più vicino possibile tra loro per evitare di sprecare troppa pasta.
Ne dovremo ricavare in quantità pari.

Prendiamo la prima formina e mettiamo nel suo centro un pochino di ripieno agli spinaci.
Infilziamo un quadratino di scamorza in uno stecco lungo, lasciando il pezzo di formaggio all’estremità.
Dopodichè posizioniamolo sempre al centro del ripieno.
Prendiamo un’altra formina, inumidiamola con il dito bagnato d’acqua e sigilliamo bene entrambe le formine facendo attenzione a non far fuoriuscire il ripieno.

È possibile che il primo sia di prova per capire poi come dosare il ripieno di tutti gli altri.

Proseguiamo fino alla conclusione delle formine.

Con i rebbi della forchetta sigilliamo tutto il bordo delle formine in modo che il ripieno non fuoriesca durante la cottura.

Posizioniamo i lollipop su una griglia ricoperta di carta forno, spennelliamo la sfoglia con il tuorlo d’uovo e cospargiamo con i semini vari.

Inforniamo fino a completa doratura, a me ci sono voluti 15’ circa.

Finalmente è iniziato Dicembre, una mese magico fatto di festa e di gioia.
Tutto è più colorato, tutto è più luminoso.
Iniziamo già a pianificare le serate in buona compagnia, andiamo alla ricerca del regalo perfetto da mettere sotto l’albero per poi donarlo alle persone a noi più care.
Addobbiamo il nostro nido rendendolo accogliente e caldo, in modo da rientrare in casa dopo una dura giornata facendoci coccolare quasi fosse un caloroso abbraccio.
È un momento di raccoglimento e preghiera, fatto di gesti gentili e di carità.
La leggerezza che solleva gli animi e ci rende più flessibili, più umani, più altruisti, infondo è sempre vero che a Natale si è tutti più buoni!

A livello interiore ho adottato questo stile di vita, lo metto in pratica tutto l’anno o, se non altro, ci provo sempre a rendere le cose il più leggere possibile.
Ciò non toglie che in quel che faccio non ci sia maturità, anzi, però mi piace reagire alle situazioni anche con spirito frivolo e a fine giornata buttare in vacca le cose pesanti ballando una canzone di Natale (nonostante fuori ci siano 35°) oppure lasciarmi sciogliere dall’affetto di mio marito ed accoglierlo, anche se in quel momento potrebbe sembrarmi superfluo, saper giocare con lui tornando bambini, ridere da farsela addosso, prendersi in giro, sapersi esprimere nel dialogo e via dicendo.
E poi strappare un sorriso a chi è indurito dalla vita, donare un gesto gentile, raccogliere un rifiuto che si trova nel posto sbagliato, saper distinguere chi mi vuole davvero bene e rendere grazie.
Questo è il mio Natale, da sempre!
Tornando ad oggi 1° Dicembre, iniziamo il nostro viaggio culinario per creare il menù di Natale.
Chi durante una festività non sforna qualcosa con la sfoglia alzi la mano!
Uhm… non vedo mani alzate, quindi significa che è sempre una soluzione sfiziosa, facile da cucinare e creativa.
Quella di oggi vuole essere un’idea simpatica da servire come aperitivo, adatta anche ai vegetariani.
A me piace l’idea di mettere questi lollipop come segna posto su di ogni piattino da antipasto, arricchendoli con nastrini colorati per valorizzare la mise en place.
Per il ripieno si possono utilizzare più varianti basta sprigionare la fantasia e farsi trasportare dal proprio buon gusto.

Ci vediamo fra qualche giorno con un antipastino di origini sovietiche.
Curiosi?
Ne parleremo a breve…