Involtini di tacchino ripieni di castagne con riduzione di ribes rosso

INGREDIENTI PER 6 PERSONE

PER GLI INVOLTINI

  • 6 fette di petto di tacchino
  • 6 fette di bacon
  • 250 gr di castagne bollite
  • 25 gr di porcini secchi
  • 50 gr di mollica di pane
  • formaggio grattugiato
  • 1 tuorlo d’uovo di piccole dimensioni
  • 1 manciata di nocciole tostate
  • vino bianco
  • olio extravergine di oliva
  • rosmarino fresco
  • timo
  • sale
  • pepe

PER LA RIDUZIONE

  • 1 cestino di ribes rosso + qb
  • 1 cucchiaio di miele

PROCEDIMENTO

Mettiamo in ammollo i funghi secchi all’interno di una ciotola d’acqua in modo che si idratino.

Con l’aiuto di un batticarne, battiamo le fette di tacchino in modo da assottigliarne lo spessore.
Accantoniamo la carne per un attimo finchè ci occupiamo del ripieno.

In un mixer inseriamo le castagne, i porcini idratati e ben strizzati, la mollica del pane, una bella manciata di formaggio grattugiato, le nocciole, il timo, il sale, il pepe, un goccio d’olio
e frulliamo il tutto.
A questo punto aggiungiamo il tuorlo d’uovo e frulliamo per qualche secondo.

Riprendiamo le bistecchine di tacchino, stendiamole su un tagliere e farciamole su tutta la superfice con il ripieno lasciando liberi i bordi.
Cerchiamo di non esagerare con il ripieno, dovrà risultare tutto equilibrato.

Una volta terminata la farcitura, arrotoliamo le bistecchine come fossero dei rotolini che fermeremo con degli stuzzicadenti o con dello spago da cucina.

Accendiamo il forno a 170° in modalità statica.

In una padella mettiamo dell’olio extravergine di oliva e, una volta arrivato ad una buona temperatura, rosoliamo gli involtini in modo da fargli prendere una bella crosticina da entrambi i lati.
Sfumiamo con del vino bianco e, una volta evaporata la parte alcolica, spegniamo i fuochi e trasferiamo tutto, compreso il liquido di cottura, in una pirofila aggiungendo un filo d’olio e dei rametti di rosmarino fresco.
Avvolgiamo la pirofila con della carta alluminio e cuociamo in forno per circa 30 minuti.

Terminato il tempo di cottura, leviamo la carta alluminio e controlliamo il punto di cottura degli involtini.
Se dovesse esserci ancora tanto liquido di cottura, possiamo proseguire ancora per 5/10 minuti, evitando però che la carne si secchi troppo.

In un tegamino inseriamo i ribes con del miele.
Cuociamo e mescoliamo per sfaldare le palline di ribes fino a quando si sarà creata una sorta di caramellizzazione fluida.
Con l’aiuto di un colino, filtriamo il tutto e decoriamo gli involtini con la riduzione di ribes aggiungendo delle palline di ribes fresche e dei ciuffetti di rosmarino.