Frullato di cavolo nero e datteri

INGREDIENTI (PER UNA PORZIONE ABBONDANTE)

  • 400 ml di latte a scelta (per me vegetale)
  • 7/8 foglie di cavolo nero
  • 2 datteri medjoul
  • 1 costa di sedano
  • ½ limone
  • 1 manciata di fiocchi d’avena

PROCEDIMENTO

Rimuoviamo il nocciolo dei datteri e mettiamo in ammollo la polpa per almeno 15 minuti.

Eliminiamo il centro bianco delle foglie del cavolo, laviamole e risciacquiamo anche la costa di sedano.

Inseriamo in un frullatore le foglie del cavolo, i datteri, il sedano, il succo del limone, i fiocchi d’avena ed il latte.

Frulliamo fino a rendere omogeneo il frullato, riducendo il più possibile i pezzi di cavolo.

Consumiamo entro poche ore.

Oggi mentre sistemavo l’orto dalle piante ormai esaurite e dell’erba infestante, ho proprio percepito un risveglio della natura.
In effetti era da un po’ che non mi prendevo del tempo per restare all’aria aperta ed in contatto con il verde che mi circonda.
Sono state settimane intense di lavoro, ma adesso ci si deve rimboccare le maniche per ripartire anche con le attività dell’orto.
In questo periodo si arieggia il terreno e si concima per renderlo più fertile e accogliente per le future coltivazioni.

Sento anch’io una certa voglia di uscire dal torpore dell’inverno; strano ma vero sentirmelo dire, mi stupisco da sola!
Ho voglia di odorare nuovi profumi nell’aria, di sentirmi addosso indumenti più leggeri e colorati.
Ho voglia di abbronzarmi un pò, di fare lunghe passeggiate dopo cena al chiaro del sole che vuole tramontare.
Mangiare un sacco di varietà di ortaggi, fare mazzolini di fiori di campo, cenare in veranda in compagnia di un buon vino e chiacchierare con mio marito all’aperto al chiaro di luna.

Il frullato di oggi rappresenta l’inizio di questo mio risveglio.
Sfrutta un elemento di stagione ma, contemporaneamente, indica un cambiamento di alimentazione, più leggera e dissetante.
Temo già la prova costume, e voi?