Filetto di maiale con uva e noci

INGREDIENTI (PER 2 PERSONE)

  • 350gr di Filetto di maiale
  • 2 patate medie
  • 150 gr di uva bianca e nera
  • 50 gr di noci sgusciate
  • un goccio di birra
  • rosmarino
  • olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaio di aceto balsamico
  • 1 cucchiaino di miele
  • uno spicchio d’aglio pelato
  • sale
  • pepe

PROCEDIMENTO

Accendiamo il forno a 170° ventilato.

Inseriamo in una pentola le patate intere con la buccia e portiamo sul fuoco.
Una volta raggiunto il bollore saliamo e proseguiamo la cottura per altri 10/15 minuti in modo che si ammorbidiscano. Facciamo la prova dello stecchino per capire quando sono pronte.

Scoliamole e lasciamole freddare.

Scaldiamo una bistecchiera ed aggiungiamo l’aglio, il rosmarino, un bel goccio d’olio.
Facciamo rosolare il filetto di maiale da entrambi i lati.
Aggiungiamo il sale ed il pepe e sfumiamo con un goccio di birra lasciando evaporare la parte alcolica.

Trasferiamo il filetto in una pirofila ed inseriamolo nel forno con tutto il suo sughetto.
Lasciamolo cuocere per circa 30 minuti.

Nel frattempo laviamo l’uva e priviamola dei semini interni. Tagliamola a metà, aggiungiamo le noci ed inseriamo il tutto in una padella antiaderente a fuoco medio alto.
Non appena l’uva inizierà a rilasciare il succo, aggiungiamo il miele e l’aceto balsamico, abbassando un po’ la fiamma. Copriamo con un coperchio e continuiamo la cottura per altri 10 minuti.

Estraiamo dal forno il filetto di maiale e tagliamolo a fettine.

Leviamo con le dita la pelle delle patate e tagliamole a fette.

Serviamo il filetto in un piatto da portata aggiungendo il sugo di cottura, la salsina d’uva e noci e decoriamo con le patate lesse.

La pianta dell’uva ha origini molto antiche.
La vite può produrre sia uva da tavola che uva da vino di vario genere.
Negli anni la sua lavorazione è aumentata a dismisura tanto da rendere il business del vino uno tra i più fiorenti nel settore alimentare.

Settembre è il mese ideale per godere di distese e distese di vigneti i cui grappoli colorano i rami.

Come ogni settimana, trovo ispirazione per il mio ricettario dai prodotti della zona e, possibilmente, di stagione.
Per questa ricetta ho utilizzato le patate nostrane e l’uva per arricchire questo succulento filetto di maiale che accarezzerà il palato con un delicato sapore agrodolce.
Durante la cottura la casa sarà inebriata da profumi d’autunno, di cambio stagione negli armadi, di giornate che si accorciano e di albe e tramonti che si tingono di rosso vivo.