Cremoso di frutta secca con fichi glassati

INGREDIENTI PER IL CREMOSO

  • 100 gr di anacardi
  • 80 gr di mandorle
  • ½ succo di limone
  • 50 ml d’acqua
  • pepe
  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • 1 cucchiaio di miele
  • foglioline fresche di timo/maggiorana/origano 

INGREDIENTI PER LA GRANOLA

  • 60 gr di fiocchi d’avena
  • 60 gr di semi misti (papavero, girasole, lino, chia)
  • 30 gr di olio extravergine
  • 1 cucchiaio colmo di miele
  • aghi di rosmarino (opzionale)

INGREDIENTI PER I FICHI GLASSATI

  • 4/5 fichi
  • 50 gr di zucchero di canna
  • 1 cucchiaio di aceto balsamico
  • 2 cucchiai di Marsala
  • 2 cucchiai di acqua

PROCEDIMENTO

Mettiamo in ammollo per almeno 4 orette gli anacardi e le mandorle.

Trascorso il tempo, eliminiamo l’acqua e frulliamo la frutta secca aggiungendo 1 cucchiaio di olio, 1 cucchiaio di miele, il succo di mezzo limone, l’acqua ed una macinata di pepe.

La consistenza dovrà essere piuttosto compatta.

Aggiungiamo le foglioline di erbe aromatiche, mescoliamo con un cucchiaio e lasciamo riposare in frigo.

Più ore resterà a riposo in frigo e più il risultato sarà compatto. 

Vi consiglio di non superare comunque le 8 ore.

Accendiamo il forno a 180°
Mescoliamo in una ciotola l’avena, i semi, l’olio, il miele e, per chi vuole, il rosmarino.
Trasferiamo il tutto in una placca ricoperta di carta forno ed inforniamo.
Ci vorranno circa 15 minuti per ottenere una granola fragrante e dorata.

Ora dedichiamoci ai fichi; laviamoli delicatamente e tagliamoli a fette mantenendo la buccia.
In una padella versiamo l’aceto balsamico, l’acqua, il Marsala e lo zucchero di canna.
A fiamma bassa lasciamo sciogliere lo zucchero portando il tutto ad ebollizione, creando una sorta di sciroppo.
Aggiungiamo i fichi a fette e lasciamoli cuocere per qualche minuto.
A questo punto scoliamoli e lasciamoli da parte per la decorazione finale.
Nel frattempo lo sciroppo si sarà ridotto di volume e si sarà caramellato.
Spegniamo il fuoco.

Con un coppapasta ricaviamo dei dischetti sopra i quali andremo ad adagiare i fichi caramellati.
Cospargiamo con la glassa e la granola fragrante.

Se chiudo gli occhi e mi metto in ascolto di me stessa, percepisco un senso di pienezza mai provato prima, come se la vita mi stesse parlando in una lingua che fino a poco tempo fa mi era sconosciuta.
È piacevole la sensazione di iniziare a vedere un po’ di ordine dove ha sempre regnato il caos.
In questi giorni mi sento travolta da un’energia che muove tutto ciò che mi circonda.
Parte sottile, si incanala da una fessura stretta per poi fuoriuscire avvolgendo ogni cosa.
E questa stessa energia una volta liberata mi sorprende.

Ieri mi trovavo all’uscita del supermercato durante una fitto acquazzone.
Ho atteso qualche minuto in attesa che calasse, ma non ho saputo resistere e sono uscita di corsa bagnandomi dalla testa ai piedi.
Sentivo ogni goccia toccare il mio corpo, la temperatura dell’acqua ed i brividi scatenavano i miei sensi.
Una volta salita in macchina fradicia mi sono messa a ridere ed ho provato una sensazione di libertà incredibile, talmente forte che ho dovuto trattenermi dall’uscire a prenderne altrettanta ballando sotto la pioggia.
Penso di essere stata trattenuta solo dal giudizio che avrebbero avuto i passanti nel vedermi danzare felice.
Quante volte vi capita di sentirvi costantemente giudicati?
Io credo che dovremmo imparare a far emergere la nostra individuale identità perché, come ho imparato ad un corso, ogni individuo è collegato solamente a sé stesso e alla vita.
Purtroppo in questo momento ho l’impressione di essere collegata solo alla voglia di coccola serale dopo cena!

Circa un mese fa mi ha scritto un’amica parlandomi della sua improvvisa intolleranza al lattosio e chiedendomi di inserire una ricetta con elementi sostitutivi del latte.
Ecco Silvia, questa ricetta la dedico a te, confidando che questo cremoso al cucchiaio ti possa soddisfare.

Un modo gustoso per consumare il cremoso che dovesse eventualmente avanzare è spalmato su del pane tostato e arricchito con un’abbondante dose di marmellata.

Sono sicura che questa ricetta a prova di glicemia e ricca di fibre vi aiuterà a far partire la giornata con la giusta carica.
Se avete il privilegio di raccogliere i fichi direttamente dalla pianta, fate attenzione a non abbuffarvi senza prima aprirli!
Chi ha campagna conosce bene i rischi che si corrono ad ingoiarli senza controllare che al suo interno ci sia qualche insetto golosone.

Embè? pensavate di essere gli unici?