Cecitelle con verdure dell’orto

INGREDIENTI

  • 1 melanzana medio grande
  • 1 o 2 zucchine (in base alla grandezza)
  • 1 peperone rosso o giallo
  • 1 cipolla rossa
  • 150 gr di farina di ceci
  • 200 ml d’acqua
  • origano
  • curcuma
  • sale
  • olio extra vergine di oliva

PROCEDIMENTO

In una ciotola uniamo la farina di ceci con l’acqua e mescoliamo con una frusta per amalgamare il tutto.
Lasciamola riposare la pastella per 3 ore circa.

Mondiamo le verdure e tagliamole a listarelle sottili.
Tritiamo la cipolla e doriamola in padella con un bel goccio d’olio, sale e origano.
Aggiungiamo le listarelle di verdure e proseguiamo la cottura fino a renderle leggermente croccanti.

Passato il tempo di riposo della pastella, aggiungiamo una punta di curcuma ed il sale e tuffiamoci le verdure.

In una padella scaldiamo dell’olio.
Con un cucchiaio da minestra ricaviamo delle frittelle che faremo dorare per qualche minuto da entrambi i lati.

Questo piatto si presta per essere accompagnato a diversi elementi a seconda dell’occasione.
Nel caso di un aperitivo si possono abbinare ad una salsina.
In una portata principale, invece, possono essere il contorno di un secondo di carne, pesce o uova.
Oppure, per un pasto veloce ma completo (per esempio il pranzo da portare in ufficio), possono essere affiancate da un contorno di verdure crude.

Era da molto tempo che in cucina non utilizzavo la farina di ceci e credetemi, non ricordavo quanto fosse buona.

In genere è presente nelle dispense di molti vegetariani e vegani perché racchiude una buona fonte di carboidrati, proteine vegetali (essendo un derivato dei legumi), fibre e vitamine.
Per questo viene considerata molto nutriente, ed è anche priva di glutine!

La ricetta più famosa in cui viene utilizzata questa farina è la frittata vegana, la cosiddetta “farinata”.
Oggi ve la voglio proporre sotto forma di piccole frittelle vegetariane.

Nonostante la stagione estiva stia lasciando spazio a quella autunnale, l’ortOhana non ha perso il rigoglio di quegli ortaggi vigorosi, anzi ci ravviva ancora colorando i nostri piatti.
I peperoni proseguono la loro crescita, illuminandosi di un colore giallo intenso che si staglia da quello verde delle foglie.
Le zucchine, che sembrava avessero raggiunto il termine della produzione, sono ripartite carichissime.
Le melanzane invece in questo periodo vivono il loro momento di gloria raggiungendo il loro massimo fascino, maturando e fiorendo in contemporanea, tra un’esplosione di diverse fasi.
Che meraviglia!

Oggi mi sono recata in punta di piedi nel mio orto e nel totale rispetto, ho silenziosamente preso in prestito ciò che mi ha messo a disposizione, rendendogli grazie.
Ho provato la sensazione che si prova ad aprire un forziere e raccogliere il tesoro al suo interno.

Non sono la donna che sussurra alle piante, ma questo è quello che accade quando, con tutto te stesso, ti approcci a qualsiasi forma di vita nel rispetto, nell’amore, con entusiasmo e con riconoscimento.

Questo è il profumo della vita!